Grazie alla comunità rurale degli Urani si apre il passo del S. Gottardo, e con questo anche la possibilità di nuove occupazioni come gli osti e i somieri. Esattamente questi, grazie al contatto con viaggiatori stranieri, vengono al corrente delle carte di libertà date ad alcune città italiane e fiamminghe. Viene così richiesta dagli Urani, e ricevuta, l’immediatezza imperiale nel 1231. Questi vengono subito seguiti dagli Svittesi, nel 1240, anche se non viene riconosciuta dagli Asburgo. Le comunità di Untervaldo invece non riceveranno mai questa libertà.

Annunci