Il Corsaro dedica a tutti i pipidini questo testo, buona lettura!

Partito storico, era nel ‘800 l’antagonista per eccellenza del PLR. Sua caratteristica principale era l’ideologia di stampo conservatore legata al Cristianesimo e ai valori ad esso correlati. Un tempo occupava il posto della destra e aveva come riferimento elettorare il ceto medio-basso.
Oggi (inizio 2008) abbiamo un partito di centro-sinistra con a destra il PLR e a sinistra PS. I valori Cristiani sono stati smantellati come anche l’ideologia conservatore, veri fondamenti e fari per l’elettorato. Si cerca (e ciò specialmente a livello nazionale) invece d’impossessarsi della socialità di sinistra, della politica estera liberale e delle idee finanziarie di destra. Questa confusione è il motivo principale dell’indebolimento, che ora ha solo avuto una piccola pausa, che dura da decenni. Le classiche roccaforti conservatrici, valli e cantoni della Svizzera centrale, sono sul punto di cedere alle continue ondate causate da ondate di dubbiose ali progressiste, in continua crescita all’interno del partito.
Ora che sono riusciti a colpire l’UDC, questo partito tenta di conquistare il posto che credono libero cercando in ogni modo di copiare, banalmente, le idee del partito di maggioranza; chiari esempi di questa strategia, per modo di dire, sono: il manifesto elettorale copiato e solo ritoccato minimamente, l’assemblea svoltasi sulla cima del Säntis e, come ultimo, l’obbiettivo di abbassare.
Che tragica storia per un partito che ha conosciuto periodi e rappresentati gloriosi!

Annunci