Dr. C. Blocher

Discorso tenuto il 13.12.2007 davanti alle due camere dopo la decisione della signora Eveline Widmer-Schlumpf che gli costò il seggio di Consigliere Federale

Quattro anni fa venni eletto in Consiglio Federale da questo Parlamento. Accettai l’incarico e con tutta la forza, la miglior sapienza e coscienza mi misi a disposizione del nostro paese e del nostro popolo. Non voglio presentare ora il bilancio del mio lavoro, lo farò al 28 di dicembre. Oggi mi avete allontanato da questa carica attraverso una non elezione, una non scelta, e senza praticamente motivare il vostro operato.Il bello di questo paese è che il Parlamento ha il potere di allontanare delle persone dal governo, ma allo stesso tempo non può allontanare nessuno dalla vita e dall’attività politica. (Scoppio d’applausi)Sono indeciso tra sollievo, delusione, e indignazione; lo potete facilmente intuire. Perché indignazione? Non tanto perché avete eletto un altro Consigliere Federale, ma piuttosto per come l’avete fatto. Sollievo perché d’ora in avanti potrò di nuovo dire ciò che penso e parlare di questioni su cui prima dovevo tacere a causa di bei titoli come collegialità, concordanza, ecc. che ingiustamente mi precludevano la libera parola. Questo è il vantaggio, adesso potrò parlare su tutto. Cosa non ho sentito in questi ultimi mesi- e qui parlo soprattutto con il PPD-: concordanza, quasi come un tempio sacro; tolleranza, la più alta delle virtù; collegialità, fino all’abnegazione; segreto d’ufficio, spesso per nascondere molto sporco e cose che nessuno poteva vedere. Svelare tutto ciò è possibile grazie all’opposizione (segue l’etimologia che proviene dall’italiano, ndr) se lo si necessita dopo questo giorno. Prova di rendimento, volere del popolo, bene del popolo non erano certamente i motivi di questa scelta, lo era invece la necessità di reprimere qualcosa.
Sono allora escluso da questo governo, ma non dalla politica. Tutte le lettere, che ho ricevuto ieri e questa notte in cui figurava il timore che abbandonassi la politica e mi ritirerei in qualche luogo nella Riviera, fanno i conti con la persona sbagliata! Mi metterò a completa disposizione della politica, fuori dal governo. (scoppio d’applausi)
Staremo a vedere i risultati di ciò. Forse porterà governo, e soprattutto Parlamento, ad agire nel giusto per paura dell’opposizione che svelerebbe tutto. Ciò sarebbe l’ideale-
Oggi vi accontentate con un governo composto da 3 partiti e due esponenti che non appartengono più a nessuna frazione. Vi auguro buona fortuna e posso tranquillizzare chi di voi ha paura che io esca di scena – non lo farò -, i miei avversari invece li posso preoccupare.

Annunci